Siamo nate per compiere “un’opera di rigenerazione amorosa dell’umanità…” Cosa fosse questa rigenerazione è ancora Madre Ilia a spiegarla:

 

“Il Signore oltre allo spirito di adorazione mi ha dato un amore infinito per le anime e una facilità di ascoltare”.

 

Un apostolato che è colloquio, dialogo e sa incontrare l’uomo lì dove abita: la scuola, la parrocchia, la strada…Sono stati questi nel corso del tempo luoghi di rigenerazione. Più che mai necessaria oggi… C’è un bisogno diffuso di qualcuno che ascolti e offra ragioni di vita e di speranza.

Siamo consapevoli che soltanto una profonda vita interiore, l’adesione quotidiana alla Volontà di Dio, l’abbandono amoroso potranno generare in noi la fiamma ardente di carità che ci spingerà nelle varie opere apostoliche della Congregazione certe che Dio ci ha precedute nell’amore. (Regola di vita n°8)

*************************************************************

Accompagnamento spirituale

Sin dall’inizio in tanti bussano alla porta per ricevere una parola di amore, di consolazione, di speranza.

Sono attratti dalla luce e dalla dolcezza della Madre e delle sue suore. E trovano sempre un cuore in ascolto. Capace di guidare e accompagnare nella ricerca di Dio, nella ricerca del proprio posto nella Chiesa e nel mondo, capace di accompagnare nelle difficoltà personale e familiari…

Esperienze significative sono state quelle con i giovani del MEG (Movimento Eucaristico Giovanile) associazione guidata spiritualmente dai gesuiti ma animata dalle suore, e quelle con i giovani del Centro Diocesano Vocazioni sin dai suoi inizi nel 1978.

Ancora oggi è vivo questo carisma dell’ascolto e del discernimento. Tanti giovani che incontriamo o passano per le nostre comunità, attraverso la preghiera e il dialogo, sono guidati all’ascolto nel proprio cuore dell’unico Maestro: Cristo. E’ Lui che rende concreto il nostro sogno di felicità! E’ Lui “la Via, la Verità, la Vita”.

”Il segreto di ogni direzione spirituale e di ogni riuscita è la vita interiore” (dai Pensieri n. 120)

Scuola

La scuola: luogo privilegiato dell’accoglienza dei piccoli

“Importante è provvedere alle necessità materiali, ma più urgente spezzare il pane del sapere ai piccoli”. La scuola diventa il luogo privilegiato dell’accoglienza dei piccoli e delle loro famiglie. La prima attività educativa sarà la scuola materna in via Ilioneo nel 1937. Successivamente anche nelle comunità che via via sorgeranno la scuola materna sarà l’attività per il sostentamento e apostolato fecondo. Saranno aperte anche tre scuole elementari (dal 2003 scuole primarie e dell’infanzia parificate paritarie): l’Istituto “Corsaro” a Bagnoli, l’istituto “Sacro Cuore” a Torre del Greco e la scuola “San Giuseppe” a Pozzuoli Nell’istituto di Bagnoli è presente anche l’attività di accoglienza semiresidenziale per i minori a rischio dell’Interland napoletano. I bambini sono accolti dalle ore 8.00 alle 17.30 per la frequenza scolastica e poi nelle attività ludiche e ricreative da settembre a luglio.

 

Indirizzi Scuole primarie e dell’infanzia:

Istituto “Corsaro” via Acate, 48 80124 Bagnoli-Napoli / tel. 081/5704103

istituto@corsaro.it

 

Istituto “Sacro Cuore”, via Nazionale 80059 Torre del Greco

tel. 081/8472291

istitutosacrocuore@yahoo.it

 

Scuola “San Giuseppe”, via Solfatara 57 80078 Pozzuoli tel. 081/5264921

scuola@sangiuseppepozzuoli.it

www.sangiuseppepozzuoli.it

Pastorale

Obiettivo della catechesi, ieri come oggi, è l’avvento del Regno di Dio, che ogni uomo scopra nell’Eucaristia il vero volto di Dio. Non un Dio che castiga, punisce, ma un Dio amico, il Dio-con-noi! Che ogni uomo scopra nell’Eucaristia lo stile Gesù, Uomo nuovo.

La Diocesi, la parrocchia, la scuola sono anche oggi i luoghi di questo apostolato.

Nell’ambito della Diocesi collaboriamo nella Pastorale giovanile e vocazionale, nella pastorale della famiglia, nella Caritas…Nella parrocchia condividiamo la vita con la comunità, siamo presenti nell’animazione liturgica e catechistica con la formazione dei catechisti e degli animatori e con l’accompagnamento dei gruppi giovanili. Visitiamo e sosteniamo le famiglie perché la comunità diventi sempre più rete di relazioni autentiche, fondate sul Vangelo.

“Alza il tuo sguardo e il tuo cuore solamente a Dio e lo troverai dappertutto, lo troverai specialmente dentro di te”.

(dai Pensieri n. 10)

Formazione laici

Lo spezzare il pane della Parola passa anche per la Scuola di Formazione Teologica. L’iniziativa parte nel 1987 in collaborazione con la Diocesi di Pozzuoli e ha come sede Casa Madre. È nata dall’esigenza di formare i catechisti delle parrocchie, ma nel corso del tempo, strutturandosi, ha cercato di rispondere al desiderio di formazione umana e spirituale di un laicato sempre più cosciente della propria identità e del proprio servizio nella Chiesa. La scuola prevede un triennio e complessivi nove corsi tenuti da docenti della Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Le lezioni sono settimanali di due ore, dalle ore 17.30 alle 19.30. L’apertura dell’anno accademico è a settembre con la consegna dei diplomi.

Per informazioni rivolgersi a sr Maddalena Attanasio (nella foto sotto), docente di Sacra Scrittura della Scuola: tel. 081/5704103.

Attenzione ai piccoli

Con i bambini di della creche di Itumbiara (brasile)

Madre Ilia non voleva alcuna attività lavorativa per la Congregazione, ma rispondere ora per ora alle necessità dei piccoli. Lo sguardo e l’attenzione sono ancora oggi per quelle situazioni che si presentano con i segni della povertà. Questo il criterio per le scelte apostoliche e missionarie.
Piccoli sono stati i bambini della scuola, gli anziani della casa di riposo “San Giuseppe” a Pozzuoli e di quelli del  “Roseto” ad Avellino. Piccoli sono le donne immigrate senza casa, senza lavoro, senza nessuno, accolte nel Centro Immigrate della Caritas “San Marco”, dove le suore prestano un servizio di volontariato. Piccoli sono le detenute della Casa Circondariale di Pozzuoli che le suore visitano e ascoltano…
Anche le realtà missionarie rispondono a questo criterio: in Albania, in Perù siamo nei centri più piccoli, più lontani: Rrëshen tra le montagne della Mirditë e Ambo paesino della diocesi di Huanuco sulle Ande.

case di spiritualità

Un gruppo di suore durante un’escursione sul Molare (Monte Faito).

Viviamo un tempo in cui si avverte sempre più forte l’esigenza di silenzio e di interiorità. Sono in tanti, giovani e famiglie, a richiedere con frequenza tempi di riflessione e preghiera. La nostra comunità vive e offre questa possibilità di relax nello spirito. A Monte Faito – a 1200 m di altezza, tra il silenzio e la bellezza di questa montagna poco valorizzata – e ad Assisi, dove alla bellezza dei luoghi si unisce la forza dello spirito di S. Francesco ancora vivo.

Vieni e vedi: l’invito che Gesù un giorno rivolse ai suoi discepoli è per te oggi! Ti aspettiamo affinché anche tu sperimenti la forza rigenerante del silenzio e della sua Parola.

Telefono: 081/5702809 (sr Rita)

081/8471705 (sr Patrizia)

“Nel silenzio si guidano le anime e nello sforzo per conquistare la virtù si genera il bene degli altri”

(dai Pensieri n. 124)