In ricordo di un missionario dal cuore grande

  • In ricordo di un missionario dal cuore grande
  • In ricordo di un missionario dal cuore grande
  • In ricordo di un missionario dal cuore grande
  • In ricordo di un missionario dal cuore grande
  • In ricordo di un missionario dal cuore grande

STA’ TRANQUILLA E STA’ SERENA…SIAMO IN BUONE MANI

Padre Lino Nicolai, missionario in Albania, è morto l’1 ottobre 2014. Ha vissuto con entusiasmo e generosità il suo impegno a favore dei poveri e condiviso con  la comunità delle piccole missionarie eucaristiche a Rreshen l’attività missionaria degli ultimi vent’anni.  

Ci sono delle persone che hanno il dono di saper infondere “serenità” anche nelle situazioni più “complicate” che talvolta la vita ci offre.

Di certo una di esse era padre Lino, al quale in tanti abbiamo bussato alla porta della sua disponibilità.

Sempre pronto ad accogliere, altrettanto sollecito nel provvedere…Il suo era un delicato  sguardo paterno.

Di carattere impulsivo, qualche volta perdeva la pazienza!

Ma era questione di attimi…Passato l’attimo era quello di sempre.

Mai abbiamo sentito una parola di risentimento, mai espresso un pensiero non benevolo nei riguardi di altre persone. Scusava sempre tutto e tutti  perchè mite di cuore. Dotato di memoria ferrea, amava ricordare fatti ed aneddoti  della sua vita.

Lo faceva con entusiasmo, con l’innocenza di un bambino.

Nonostante non padroneggiasse pienamente la lingua albanese, si è fatto amare da TUTTI con la sua vita spesa per gli altri.

Un sorriso, una pacca di  incoraggiamento sulla spalla, una manciata di caramelle per i bambini. Gesti semplici, ordinari che danno voce al linguaggio dell’amore.

Unica lingua di padre Lino.

…Che insegnamento ci lascia da custodire?

Fiducia immensa in Dio. Spesso usava ripetere: “STA’ TRANQUILLA E STA’ SERENA.  SIAMO IN BUONE MANI.

Portava un grande amore a Maria con la recita del santo Rosario, Padre Lino ne recitava tanti. Quando le cose proprio non andavano, ripeteva bonario: “Durim ( pazienza)… Attendere i tempi di Dio che non sono i nostri”.

sr Virginia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *