Lettera di Avvento

Carissime suore,

       con il tempo di avvento si apre davanti a noi un nuovo anno liturgico. Ci viene fatto dono di un tempo…un tempo forte, un tempo di grazia, un tempo favorevole  e,    mentre nella corsa quotidiana dietro a tante occupazioni, noi abbiamo sempre poco tempo, specialmente per il Signore…Dio, invece,  ci dona il suo tempo, Dio ha sempre tempo per noi…e  ci  attende!

   Tempo di avvento, tempo di attesa, attesa paziente, vigilante, trepidante…”Sentinella quanto manca della notte? ” (Isaia 21,11)

       ” Tempo di purezza: dobbiamo prepararci a ricevere il Bimbo celeste, a custodirlo nell’anima nostra, ad offrirgli in cambio della fredda grotta di Betlem, il caldo del nostro cuore, vinto dal Suo Amore “. (M.Ilia)

      Attesa operosa: preparare la strada, appianare i sentieri, alzare il capo per vedere la liberazione vicina ( cf Lc 21,25 ). Attesa che ci apre all’incontro, alla relazione, alla gratuità, alla possibilità di ricominciare sempre.

In questo tempo di avvento siamo chiamate a metterci in cammino come ci esorta il profeta Isaia ” Venite saliamo sul monte del Signore, al tempio del Dio di Giacobbe, perché ci insegni le sue vie e possiamo camminare per i  suoi sentieri. (Isaia 2,3)

     Riscopriamo, dunque, la bellezza di essere tutti in cammino attraverso i sentieri del tempo, per accogliere il Signore che ci viene incontro e per riconoscerlo nel volto di ogni fratello, soprattutto nei piccoli, nei poveri.

     L’invito di Gesù, in questo tempo, è a vegliare, a fare attenzione, a non lasciarci sopraffare dal sonno dello scoraggiamento, della mancanza di speranza, a non sprecare le occasioni per amare.

       ” Il tempo di avvento, che oggi di nuovo incominciamo, ci restituisce l’orizzonte della speranza, una speranza che non delude perché fondata sulla Parola di Dio, semplicemente perché il Signore non delude mai! Lui è fedele! Lui non delude! Pensiamo e sentiamo questa bellezza.

           Il modello di questo atteggiamento spirituale, di questo modo di essere e di camminare nella vita,  è la Vergine Maria. Una semplice ragazza di paese che porta nel cuore tutta la speranza di Dio!           

           Nel suo grembo Dio ha preso carne, si è fatto uomo, si è fatta storia: Gesù Cristo. Lasciamoci guidare da lei in questo tempo di attesa e vigilanza operosa.”     (Papa Francesco)

       Sorelle  carissime,  andiamo  incontro  al  Signore che viene, alla luce che rischiara la nostra  vita con gioia e speranza, con un cuore docile e accogliente.

           Egli viene … Maranatha!

Napoli,  1.12.2019                                      Il  Signore  ci  benedica   

Suor  Patrizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *