XVI domenica del t.o. Anno B – Guida e Maestro di vita

Nel vangelo di questa XVI domenica del t.o. (Marco 6, 30-34) Gesù si fa guida maestro per gli apostoli, per la gente smarrita e stanca di tanto cercare…

“In quel tempo”, in questo tempo,  tanti sono i presunti maestri e i nuovi guru che offrono percorsi di salvezza e di liberazione che confondono, disorientano.

Il vero maestro conosce il cuore dei suoi, i desideri, le fatiche…Ed e’ così che quando gli apostoli rientrano entusiasti per i loro successi missionari, per “tutto quello che avevano fatto e insegnato” (Mc 6, 30), Gesù offre un luogo di riposo, di ristoro, di ricarica spirituale….Egli sa che i suoi sono a rischio burnout, così li sottrae… invitandoli in un “luogo solitario”.

Abbiamo bisogno di spazi di silenzio, di solitudine in cui ritrovarci, in cui ascoltare il nostro cuore per un’esistenza sempre più unificata. Un’esistenza in cui ci sia accordo, armonia tra sentire-  pensare – fare , pena un’esistenza schizofrenica.

Gesù invita i suoi a questa esperienza di ascolto di sé, della vita, del mondo… E paradossalmente e’ in questi spazi di solitudine  che si diventa più sensibili, più attenti, più capaci di gesti di tenerezza e cura nei confronti della vita.

“Sbarcando vide molta folla e si commosse per loro”….il vero maestro e’ colui che si fa testimone umile, che mostra con la sua vita come divenire prossimo, come abbattere ” il muro di separazione” (Ef 2, 14) e “riparare brecce” e “costruire ponti”.

” Si mise ad insegnare loro molte cose”. Possiamo imparare da Gesù, maestro “mite e umile di cuore” (Mt 11, 29) a vivere con verità e consapevolezza la nostra esperienza umana, custodi responsabili delle sorti dei nostri simili e della nostra Casa comune.

Viola Mancuso, pme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *