La superiora generale, suor Patrizia Coppola, e la vicaria suor Maddalena Attanasio, sono in visita alla fraternità del Villaggio dei bambini a Bunda dal 29 luglio 2022. Nel villaggio vivono bambini orfani e albini insieme alle quattro suore e alle postulanti che si preparano alla vita religiosa. Durante tutto l'anno nel villaggio arrivano i volontari di Africaintesta e di altre realtà associative per dare il loro contributo e fare esperienza della missione. 

Lunedì 18 luglio 2022 suor Anna Cazzato è rientrata nel Villaggio dei bambini in Tanzania per riprendere le sue attività, dopo un periodo di riposo in Italia. E' partita con lei anche suor Giuliana Emeraj per un'esperienza missionaria. 

Dio rivolge a ciascuno di noi una chiamata particolare: “Vieni e seguimi”, la sua voce si fa sentire quando siamo attenti ai segni dei tempi e alle chiamate che ci fa. La risposta alla chiamata di Dio è l'adesione al Suo Progetto d'Amore…” e lascianto tutto  lo seguirono”, non una volta per sempre, ma  si rinnova nella quotidianità in tutto ciò che facciamo per amore di Lui.

La risposta alla chiamata inizia in un certo momento della nostra storia e piano piano il cammino  si fa. Questa esperienza fatta da ciascuno di noi si ripete nel cammino delle  giovani formande della missione in Tanzania: Royce, Jesca, Tereza, Martina, Bernadeta, Magdalena ed Elizabeth, che sabato scorso 02/04 hanno fatto un altro passo nel cammino formativo nella Congregazione  di noi Suore  Piccole Missionarie Eucaristiche, entrando nel postulandato.

Con grande gioia la Madre Generale Patrizia Coppola, durante la Celebrazione Eucaristica presieduta  dal Vescovo di Bunda Monsignor Simon Masondole, e concelebrata dai Padri Leonardo e Adolfo, ha accolto la domanda delle giovani di iniziare questo cammino. Alla celebrazione erano presenti anche alcuni genitori delle ragazze, venuti da molto lontano, ma felici di condividere la gioia delle figlie.

Alla Scuola del Maestro Gesù, della sua Parola, della parola e dellʼ esempio di Madre Ilia, nostra fundatrice, queste giovani impareranno a stare con Gesù, ad annunciarlo, qui nella Chiesa di Bunda, a servizio  della propria gente.

Questa tappa formativa è stata affidata in modo particolare alla Vergine Maria, modello di sequela e fedeltà. “ Mamma nostra, Stella mattutina, mostraci tu il cammino verò” ( M. Ilia).

                                                                                                                                                               suor Jenniffer

                     

L'essere missionario va ben oltre l'eloquenza delle parole o dei discorsi persuasivi; la missionarietà  è come un movimento dinamico nella vita di chi, dopo aver sperimentato l'amore di Dio, non riesce più a contenerlo e sente il desiderio di far vivere a tutti la stessa esperienza. Questo impulso  missionario nasce   dal cuore ed è capace di toccare altri cuori, perché l'annuncio rivela Gesù e il suo amore.E’ proprio come ci insegna nostro padre Francesco “Predicate sempre il Vangelo, e se fosse necessario anche con le parole!”. E’ in questa dinamica missionaria  che, quest'anno, la Missione della Tanzania ha condiviso  la presenza di suor  Marivone. Lei  è venuta dal Brasile per una “missio ad tempus” e ha  collaborato tantissimo in  questa missione con il lavoro, ma soprattutto con la testimonianza. Senza   la padronanza della lingua, ma con la lingua dell'amore, è stata un grande dono per la nostra fraternità, i bambini, le studentesse, le aspiranti e tutti coloro che sono passati qui in questo periodo. Sempre disponibile, con un sorriso sulle labbra, silenziosa e sempre pronta ad aiutare chi aveva  bisogno, instancabile, ogni giorno facendosi pane spezzato per tutti, donando  tutto per  tutti.E così, con i suoi modi umili, pazienti e docili, ha conquistato tutti, ma soprattutto ha rivelato il Volto materno di Dio.Ora sta tornando in Brasile e lascia a ciascuno di noi la sua testimonianza che resterà sempre nel cuore.A Dio la nostra gratitudine per tutto ciò che è stata e che ha fatto per noi.  Restiamo unite nella preghiera anche se a distanza.                                                          

                                                                                                 suor Jenniffer

Su di noi

Nel nostro nome "Piccole Missionarie Eucaristiche" è sintetizzato il dono di Dio alla Congregazione. Piccole perchè tutto l'insegnamento di Madre Ilia sarà sempre un invito di umiltà, alla minorità come condizione privilegiata per ascoltare Dio e gli uomini.
80124 Bagnoli, Napoli
[+39] 0815702809
suorepme@piccolemissionarie.org

Privacy Policy

Privacy Policy

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter