Incontrare Cristo è l'evento più spettacolare che possa capitare nella vita di un uomo. La nostra vita, infatti, è una caccia al tesoro. Noi non avanziamo nella vita a colpi di volontà, ma solo per scoperta di tesori. Siamo dei cercatori, dei viandanti, nasciamo solo per scoprire di essere dei cercatori, dei bisognosi, dei mendicanti. Molti, intorno a noi, dicono che non c'è nessun tesoro da trovare, o, peggio, dicono che loro sanno dove si trova il tesoro e ti vendono solo illusioni. La verità è un'altra: il tesoro è nascosto ma accessibile. Trovare il senso, trovare Dio, avviene sostanzialmente in due modi: o ti capita, come per il contadino che sta arando e inciampa nel tesoro fortuitamente, o perché lo cerchi con ostinazione, come il mercante di perle che passa la vita a cercare la perla più bella. Ma, nell'uno come nell'altro caso, la parabola dice che per possedere il tesoro, per non lasciarselo scappare, occorre pagare, mettersi in gioco anche a costo di vendere tutto. Matteo ricorda che non basta essersi imbattuti o aver scoperto dopo lunghe ricerche il segreto della vita, occorre anche vivere tutto questo nella propria carne, decidersi per esso. E decidere, letteralmente significa troncare. L'amore chiede tutto e scoperta la sua logica, abbandoni la mentalità giocata sul potere e sul successo. Oggi si fa sempre più fatica a decidersi. Si vuole stringere tutto, senza mai giungere ad abbracciare nulla. La terza parabola ci fa compiere un passo ulteriore. Non basta godere dell'amore di Dio. Una vita fallita, a cosa può servire? Come la zizzania di domenica scorsa verrà presa e bruciata; semplicemente distrutta. Quando il mondo, la storia giungerà a compimento, allora Dio mi giudicherà, ovvero distinguerà in me ciò che si è costruito nell'amore e ciò che ha fallito nel male, ovvero quella parte di me che ha fallito e rimarrà solo ciò che è bene. Dio ama tutti, perdona tutti e tutto, ma proprio per quest'amore che mi ha raggiunto, mi chiede di vivere, di spendermi secondo lo stesso amore riversandolo sui fratelli. Si risponde all'Amore divenendo responsabili. Ne vale la pena, dice Matteo. In fondo, siamo tutti cercatori di perle. Allora cerchiamo la perla bella, quella di grande valore, in grado di darci la felicità, e il nostro cuore non trova pace sino a quando non troverà proprio quella.

                                                                                                           don Franco Bartolino

Aggiungi commento

Inviando un commento accetti le politiche di privacy di piccolemissionarie.org
Informativa sulla privacy


Codice di sicurezza
Aggiorna