Nel Vangelo di oggi (Mt 21,28-32), ventiseiesima domenica del tempo ordinario, Gesù ci racconta una parabola che parla di due figli che di fronte alla volontà del Padre rispondono in modo differente.

Il primo esprime rispetto e apparentemente ascolta le parole del padre, ma non ha intenzione di attuarle. Il secondo sembra essere più sincero; comunica al padre di non condividere la sua volontà, ma pentitosi (v.30) della risposta, obbedisce.

Due  diversi modi di reagire, due diverse risposte: un sì detto con il cuore e un sì detto solo a parole. In questi due figli possiamo esserci  tutti noi con tutte le nostre  risposte alla vita e a Dio.

Ci sono i tanti sì detti con superficialità, per fare “bella figura” e  poi sconfessati dalla realtà. e poi ci sono quei sì, detti con il cuore, detti forse con sofferenza, detti pensandoci un po’ ma che poi ci hanno dato vita.

La decisione di fare la volontà del padre, viene presa dal secondo figlio con un pentimento che Gesù sottolinea chiedendo poi ai presenti secondo loro chi dei due ha fatto realmente la volontà del Padre?

In questo brano sembra che la parola chiave possa essere pentimento, un pentimento che deve nascere nel cuore e che porta alla fede. Gesù ci invita a non coltivare la presunzione di ritenerci giusti, né tantomeno di avere una dipendenza ossessiva alla legge che può portarci a ritenersi migliori degli altri, ma avere la consapevolezza di essere peccatori ci mette sulla via della conversione.

L’unico che ci può rendere giusti e santi è solo Dio.

Chiediamo al Signore Gesù, l’unico che è veramente Figlio, di insegnarci a compiere con amore la volontà del Padre, di saper aderire incondizionatamente ai suoi inviti senza opporre i nostri calcoli e senza ritornare sui nostri passi. Chiediamogli il dono della conversione per ritrovare il senso del nostro andare e camminare sulle vie che Lui ha preparato per noi.

                                                                                                                 suor Assunta Cammarota

Aggiungi commento

Inviando un commento accetti le politiche di privacy di piccolemissionarie.org
Informativa sulla privacy


Codice di sicurezza
Aggiorna