Gv 11,1-45
Dal miracolo della luce al miracolo della vita

In questa quinta domenica di Quaresima siamo invitati a contemplare il volto di un Dio non solo attento alle necessità degli uomini, ma soprattutto amico degli uomini.

Questo brano di Giovanni è l’icona dell’amicizia, di quell’amicizia capace di ridare la vita, di far risorgere, di commuoversi, di condividere il dolore fino a farlo proprio. “Se tu fossi stato qui…”, in questa espressione c’è tutta la consapevolezza che la presenza di Gesù può fare la differenza, può cambiare le situazioni, può recuperare anche la morte.

Prima del miracolo della resurrezione di Lazzaro c’è il dialogo di Gesù con Marta; “Io sono la resurrezione e la vita; chi crede in me anche se muore, vivrà… Credi tu questo?”.      Come il cieco nato, anche Marta fa la sua professione di fede: “Io credo Signore…”. Dopo l’amicizia è la fede che rende possibile la vita nuova. Fede e amicizia, due porte che aprono le strade del cuore e della vita, che aprono i sepolcri, che liberano da qualsiasi morte!

Gesù prima di chiamare Lazzaro, ordina di togliere la pietra per  permettere cioè a Dio di agire. Togliere la pietra è compito nostro, ridare la vita è opera di Dio.

Ognuno forse può uscire dal proprio sepolcro grazie a chi sposta la pietra e grazie a quella voce forte e amica che invita ad uscire fuori, a venire alla luce. Allora siamo restituiti ad un’esistenza sensata: possiamo di nuovo toccare, ascoltare, vedere, gustare…Siamo di nuovo capaci di metterci in cammino.

sr Giuliana

Aggiungi commento

Inviando un commento accetti le politiche di privacy di piccolemissionarie.org
Informativa sulla privacy


Codice di sicurezza
Aggiorna

Su di noi

Nel nostro nome "Piccole Missionarie Eucaristiche" è sintetizzato il dono di Dio alla Congregazione. Piccole perchè tutto l'insegnamento di Madre Ilia sarà sempre un invito di umiltà, alla minorità come condizione privilegiata per ascoltare Dio e gli uomini.
80124 Bagnoli, Napoli
[+39] 0815702809
suorepme@piccolemissionarie.org

Privacy Policy

Privacy Policy

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter